“Pasticcio” Juventus-Inter: Rizzoli rinuncia all’arbitraggio ai Mondiali 2018

Dopo le feroci polemiche in Juventus-Inter giocata ieri sera sull’arbitraggio ritenuto dagli interisti e anche dalla maggior parte della critica calcistica come insufficiente per una partita di questo calibro, Nicola Rizzoli, arbitro di fama internazionale e numero uno tra i fischietti italiani, fa’ un annuncio che ha il sapore di un “mea culpa”, rinunciando al suo ruolo di arbitro internazionale e quindi, di conseguenza, alla candidatura per i mondiali di calcio che si terranno nel 2018 in Russia.

Nella lettera al presidente dell’Aia (Associazione Italiana Arbitri) Marcello Nicchi, Rizzoli dice che tutto ha un inizio e una fine e che quindi alla luce di questo, rinuncia alla sua posizione di arbitro internazionale.

Un annuncio che fatto a meno di ventiquattro ore dopo il “pasticcio”, ha dato da pensare a molti, mentre Nicchi tiene a sottolineare le grandissime qualità di arbitro di Rizzoli, ormai ampiamente riconosciute in tutto il mondo, le quali non possono essere messe in discussione da una partita, e che comunque continuerà a dare il suo contributo all’interno dell’associazione italiana arbitri.

A sostegno delle parole di Marcello Nicchi c’è la carriera di Rizzoli, costellata dalla finale di Europa League nel 2010, dalla finale di Champions League nel 2013 e la finale del campionato del mondo del 2014 giocata tra Germania e Argentina.

 

Be the first to comment on "“Pasticcio” Juventus-Inter: Rizzoli rinuncia all’arbitraggio ai Mondiali 2018"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*